La Madonna senza volto

Entrando nella Basilica della Santissima Annunziata, prima di accedere alla chiesa, ci troviamo dentro il Chiostrino dei Voti, un cortile porticato e chiuso in alto da una vetrata.

Nel chiostrino dei voti è conservato un importante ciclo di affreschi realizzati nelle lunette tra il 1400 e il 1500.
Alla realizzazione di questi affreschi lavorarono artisti di grande importanza, che avrebbero poi dato origine alla corrente del Manierismo: nomi del calibro di Andrea del Sarto, Rosso Fiorentino e Pontormo.
Tra le opere presenti spicca l’affresco Lo sposalizio della Vergine, attribuito a Francesco di Cristofano, detto il Franciabigio, raffigurante l’episodio del matrimonio tra Maria e san Giuseppe.
Osservando questa opera si nota una particolarità, che ha originato più di un aneddoto: il volto della Madonna, appare completamente cancellato.
Giorgio Vasari ci racconta che
sarebbe stato lo stesso Franciabigio a vandalizzare la sua opera, eliminando il volto della Vergine a colpi di martello.
Il pittore, ogni sera, aveva l’abitudine di coprire con un lenzuolo il suo lavoro prima di tornarsene a casa, per continuare il giorno seguente.
I frati, in occasione di una festività, decisero di scoprire l’affresco prima della sua ultimazione senza il permesso del Franciabigio, cosa che irritò enormemente l’artista.
Vasari ci dice che “ne sentì tanto dolore, che fu per morire”.
Profondamente adirato con i frati “per il poco rispetto che gli avevano usato, di buon passo caminando pervenne all’opera, e con una martellina da muratori che era quivi, percosse alcune teste di femmine, e guastò quella della Madonna”.
Vasari racconta che i frati, richiamati nella Basilica dal rumore assordante, riuscirono a bloccare l’artista prima che distruggesse l’intero affresco.
I religiosi cercarono di rimediare, offrendo al Franciabigio il doppio del denaro pattuito: l’uomo rifiutò l’offerta, lasciando il volto della Vergine deturpato. Nemmeno gli altri pittori, per rispetto al Franciabigio e alla sua arte, vollero sistemare l’opera che, conclude il Vasari, “così si resta fino a ora, per quella memoria”.
Un’altra versione invece racconta che il Franciabigio scalpellò il volto della Madonna per ritorsione contro i frati, che non avevano rispettato gli accordi economici presi in partenza. Il Franciabigio, al quale la riduzione del salario non andò giù, decise che, per il ridotto compenso ricevuto, avrebbe dovuto consegnare anche un’opera proporzionalmente ridotta, ed eliminò per sempre dall’affresco il volto della Madonna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *